Massimiliano Alajmo e i suoi “In.gredienti”

Massimiliano Alajmo: le tre stelle più giovani della storia.

Massimiliano Alajmo dice:“La filosofia della mia cucina: la verità è quella degli ingredienti. Mi avvicino alla materia, per arrivare al nucleo con umiltà, cercando di agire con rispetto e leggerezza. La verità è dentro ed è ben nascosta, ma la cucina, che è uno dei mezzi per tentare di farla venire alla luce, è semplice”.

massimiliano alajmo

Massimiliano Alajmo è il più giovane tre stelle Michelin della storia, chef del ristorante Le Calandre di Rubano, Padova.

Tutto è iniziato grazie ai suoi nonni e ai genitori, che hanno ricevuto la prima stella nel 1992 e sono riusciti a trasmettere ai figli, Massimiliano e Raffaele, la passione e l’amore per la loro professione.

La filosofia degli Alajmo è semplice: trasferire nelle loro ricette le emozioni di un tempo antico ormai perduto ma di cui è ancora possibile percepire profumo e sapori, proponendo un piatto contemporaneo e moderno.

I progetti e il lavoro di Massimiliano Alajmo sono in continua evoluzione, spaziando dalla realizzazione e dalla vendita di alimenti a marchio Alajmo, alla creazione di essenze.

Oltre al lavoro in cucina Massimiliano Alajmo si è dedicato alla pubblicazione di un libro, “In.gredienti”.

Nelle sue 434 pagine, il libro ripercorre la storia personale e la filosofia gastronomica di Alajmo, che ha portato “Le Calandre” ad essere uno dei più importanti ristoranti, non solo in Italia ma anche all’estero.

Suddivise in 11 capitoli, nel libro sono raccolte 67 ricette.

“In.gredienti” è un libro unico per molte ragioni.

Prima fra tutte la rilettura delle ricette: di ognuna è raccontata la genesi e la filosofia; la preparazione del piatto è descritta minuziosamente. Alajmo illustra le diverse ricette, disegnandole di suo pugno: fra le pagine del libro possiamo infatti scovare gli schizzi attraverso i quali il cuoco rilegge il piatto, appuntandone le varie caratteristiche, come anche i significati dei singoli ingredienti e i loro accostamenti.

A cura della redazione di Cucina Semplicemente.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>