Serena Vitale

Serena Vitale

Nata a Brindisi, Serena Vitale vive da molti anni a Milano, dove insegna Lingua e Letteratura russa all’Università Cattolica del Sacro Cuore. A Roma si è formata alla scuola di Angelo Maria Ripellino; in seguito ha trascorso lunghi periodi a Mosca e a Praga per specializzarsi in boemistica. Consulente di letteratura russa per l’editore Mondadori dal 1997, ha tradotto «migliaia di pagine dal ceco e russo, all’occasione dal francese», presentando al pubblico italiano opere di Brodskij, Cvetaeva, Esenin, Kundera, Mandel’stam, Nabokov, e molti altri. «Saggista anomala, mai di stretta osservanza accademica», come lei stessa ama definirsi, dalla fine degli anni Ottanta ha cominciato a scrivere racconti: con “Il Bottone di Puskin”, tradotto in sei lingue, ha vinto il Premio Comisso nel 1995, e con i racconti de “La casa di ghiaccio” si è aggiudicata nel 2000 il Premio Chiara e il Premio Bagutta. Nel 2005 ha vinto il Premio Grinzane per la sua opera di traduttrice. Dal 2001 scrive stabilmente per il supplemento letterario (“Il Domenicale”) de “Il Sole 24 ore”

Bibliografia

“L’avanguardia russa”, a cura di Serena Vitale, Mondadori, 1979
Viktor ?klovskij, “Testimone di un’epoca. Conversazioni con Serena Vitale”, Editori Riuniti, 1979
“La rivoluzione e l’albero della vita. Per una lettura mitologica dei poemi ‘rivoluzionari’ di Esenin”, Guanda, 1979
“Il bottone di Puskin”, Adelphi, 1995 (2000)
“La casa di ghiaccio. Venti piccole storie russe”, Mondadori, 2000
“L’imbroglio del turbante”, Mondadori, 2006
“Sinan Pascià e Jem sultano”, Archinto, 2009
“A Mosca, a Mosca!”, Mondadori, 2010 (2011)

Sito ufficiale 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>