Juan Villoro

Juan Villoro

Juan Villoro è scrittore e giornalista. Nato a Città del Messico nel 1956, dopo gli studi in Sociologia ha lavorato come conduttore radiofonico, curando dal 1977 al 1981 il fortunato programma musicale “El lado oscuro de la luna”. In seguito è stato addetto culturale presso l’ambasciata argentina di Berlino Est, nell’allora Repubblica Democratica Tedesca. È stato editorialista di importanti riviste messicane e, dal 1995 al 1998, direttore del supplemento “La Jornada Semanal”. Ha inoltre tenuto corsi presso la Universidad Autónoma de Madrid, la Yale University e la Universidad Pompeu Fabra di Barcellona. Molto apprezzata anche la sua attività di traduttore, in particolare di Truman Capote e Georg Christoph Lichtenberg. Nel 2004, con il romanzo “El testigo”, si è aggiudicato il Premio Herralde; nel 2006 il premio Antonin Artaud per “I colpevoli”. In Italia è conosciuto in particolare per “Il libro selvaggio”, un racconto surreale e filosofico, dedicato ai giovani lettori, che è soprattutto un divertente atto d’amore verso la letteratura. Di prossima uscita anche la traduzione del romanzo “Llamadas de Amsterdam”.

Bibliografia 

“Palme della brezza rapida. Un viaggio in Yucatan”, Biblioteca del Vascello, 1995 (Robin, 2000)
“I colpevoli”, CUEC Editrice, 2009
“Il libro selvaggio”, Salani, 2010
“Chiamate da Amsterdam”, Ponte alle Grazie, 2013 (in uscita)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>