Kari Polanyi

Kari Polanyi, prima e unica figlia dell’economista e sociologo ungherese Karl Polanyi, nasce a Vienna nel 1923. Nel 1934, seguendo il padre, emigra in Inghilterra, dove frequenta la Bedales School e, successivamente, la London School of Economics. Nel 1946 lavora a uno studio sugli effetti dei bombardamenti alleati sull’economia di guerra tedesca, laureandosi poi alla LSE con grandi meriti accademici e una specializzazione in Statistica. In tempo di guerra, incontra a Londra lo storico canadese Joseph Levitt, che seguirà poi in Canada nel 1947 e sposerà nel 1950. A Toronto svolge attività di ricercatrice e scrive per un giornale sindacale. Nel 1957 ritorna agli studi universitari in Economia, presso l’Università di Toronto, dove ottiene un master due anni più tardi. Nel 1961 inizia a lavorare per il Dipartimento di Economia della McGill University di Montréal dove, in qualità di membro giovane del Dipartimento, le viene richiesto l’insegnamento di una serie di corsi che si discostano dai suoi interessi accademici principali (come, per esempio, Economia dello Sviluppo e Tecniche di Pianificazione Economica). A metà degli anni Sessanta, il New Democratic Party le commissiona uno studio sugli effetti degli investimenti esteri in Canada, che porterà poi alla pubblicazione, nel 1970, del classico “Silent Surrender. The Multinational Corporation in Canada”, ristampato più volte e tradotto in francese. Negli anni Settanta, Kari Polanyi prende un congedo temporaneo dalla McGill University, per trasferirsi a lavorare per il governo di Trinidad e Tobago su un sistema di contabilità nazionale e accetta un impiego come docente all’Università delle Indie Occidentali di Trinidad. Negli anni Ottanta, tornata dai Caraibi, si occupa del lascito letterario del padre, cercando di ordinare e catalogare un grande corpus di documenti, tra corrispondenza, verbali di conferenze e manoscritti. Nel 1987, la Concordia University decide di istituire l’Istituto di Economia Politica Karl Polanyi, e l’archivio viene reso disponibile. Negli ultimi anni di insegnamento alla McGill, con il ruolo di professore ordinario, si specializza ulteriormente in Economia dello Sviluppo, concentrandosi sui paesi dell’America Latina. Nel 1992 si ritira dall’università di Montréal, col rango di Professore Emerito, potendo così concentrare i suoi sforzi sulla ricerca e la didattica all’Università delle Indie Occidentali in Giamaica, dove lavora fino al 1997. Nel 2008, viene insignita del Premio John Kenneth Galbraith dal Progressive Economics Forum e della laurea honoris causa presso l’Università delle Indie Occidentali.

Sito ufficiale 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>