Elda Lanza

Almeno tre anime si contendono la straordinaria biografia di Elda Lanza, milanese, classe 1924: la prima, più conosciuta, è quella di autrice televisiva, che dopo la laurea in Filosofia si concretizza nei primi anni Cinquanta con la conduzione di trasmissione pionieristiche della nascente radiotelevisione italiana, da “Prego Signora” a “Un, due, tre” e “Vetrine”, trasformandola in un’icona dello spettacolo e facendola lavorare a fianco a personalità del calibro di Walter Chiari e Giorgio Gaber; la seconda, altrettanto rilevante, passa per la promozione culturale col programma “Avventure in libreria” (1958-1968), tra le pagine della rivista “Grazia” e in radio con la conduzione de “I conti in tasca”; la terza si è manifestata in tempi più recenti ed è quella di scrittrice e romanziera, approdata con successo al giallo (“Niente lacrime per la signorina Olga”, “Il morto affogato”) dopo aver firmato romanzi sentimentali, libri di cucina e saggi sulle buone maniere. 

Bibliografia

“I riti della comunicazione”, Sperling & Kupfer, 1991
“Una pazza voglia d’amore”, Sperling & Kupfer, 1993 (1996)
“Una donna imperfetta”, Mondadori, 1994
“Una stagione incerta”, Marsilio, 2006
“Niente lacrime per la signorina Olga”, Salani, 2012
“Il matto affogato”, Salani, 2013

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>