Paolo Cognetti

Paolo Cognetti

Nato a Milano nel 1978, Paolo Cognetti ha studiato matematica e si è diplomato in Sceneggiatura alla Civica Scuola di Cinema di Milano. Prima di diventare scrittore, con l’amico Giorgio Carella ha fondato una casa di produzione indipendente, Cameracar. Successivamente si è dedicato alla realizzazione di documentari di carattere sociale, politico e letterario, incentrati sul rapporto tra i ragazzi, il territorio e la memoria. Dal 2004 a oggi ha pubblicato vari romanzi e raccolte di racconti. Nel 2009 ha vinto il Premio Lo Straniero attribuito dalla rivista diretta da Goffredo Fofi ad artisti, saggisti, operatori di iniziative culturali e sociali di particolare spessore e generosità, con la seguente motivazione: «Paolo Cognetti, milanese, è tra i giovani scrittori italiani (ha da poco superato i trent’anni) uno dei più attenti a sentire e narrare il disagio delle nuove generazioni e gli anni difficili dell’adolescenza di questi anni, di fronte a un contesto di incerta sostanza e di sicurezza precaria». Nel 2012 riscuote un vasto seguito con il romanzo “Sofia si veste sempre di nero”, finalista al Premio Strega 2013. L’altra sua passione, oltre alla scrittura, è la montagna, dove trascorre in solitudine alcuni mesi all’anno. Da questi eremitaggi è nato un diario, “Il ragazzo selvatico”. Nel 2013 è uscito anche “Il nuotatore”, un racconto per ragazzi illustrato da Mara Cerri.

Bibliografia 
“Manuale per ragazze di successo”, Minimum fax, 2004
“Una cosa piccola che sta per esplodere”, Minimum fax, 2007 (2013)
“New York è una finestra senza tende”, Laterza, 2010
“Sofia si veste sempre di nero”, Minimum fax, 2012
“Il ragazzo selvatico. Quaderno di montagna”, Terre di mezzo, 2013
“Il nuotatore”, con illustrazioni di Mara Cerri, Orecchio Acerbo, 2013

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>