Massimiliano Alajmo

«La cucina deve spogliarsi dell’inutile, per ritrovare la stessa innocenza che il bimbo ha nel raccontare il suo piccolo mondo». Nato a Padova nel 1974, Massimiliano (Max) Alajmo ha trascorso la sua infanzia all’interno del ristorante di famiglia Le Calandre (Rubano, PD). Dopo aver frequentato l’istituto alberghiero di Abano Terme, Massimiliano approfondisce la sua formazione nelle cucine di importanti chef italiani ed europei come Alfredo Chiocchetti, Marc Veyrat e Michel Guérard. Al suo rientro, Max prende le redini della cucina delle Calandre, mentre suo fratello Raffaele assume la gestione generale del ristorante. Insieme lavorano con grande tenacia e passione, sino a trasformare un locale “di periferia” in uno dei migliori ristoranti italiani e del mondo. Il 27 novembre 2002, la Guida Michelin attribuisce alle Calandre le tre stelle: Massimiliano, a soli ventotto anni, diventa così il più giovane chef al mondo ad aver ottenuto questo prestigioso riconoscimento. Oggi, Max supervisiona e gestisce le cucine di tre ristoranti, tre caffè-bistrot e una linea di prodotti alimentari, tutto dalle Calandre, centro creativo, laboratorio e atelier artigianale da cui parte uno stile fatto di sobrietà, eleganza, virtuosismo.

Bibliografia

 

AA.VV., “Dessert al piatto”, Bibliotheca Culinaria, 1999

AA.VV., “Antipasti alle stelle”, Bibliotheca Culinaria, 2003

AA.VV., “Dessert alle stelle”, Bibliotheca Culinaria, 2003

AA.VV., “Primi piatti alle stelle”, Bibliotheca Culinaria, 2004

“In.gredienti”, con Raffaele Alajmo, Alajmo, 2006

“Fluidità”, con Raffaele Alajmo, 2013 (in uscita)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>