Giuseppe Antonelli

Giuseppe Antonelli Giuseppe Antonelli, nato ad Arezzo nel 1970, insegna Linguistica italiana all’Università degli Studi di Cassino. Collabora a “L’Indice dei libri del mese”, all’inserto domenicale de “Il Sole 24 ore” e all’area Lingua italiana del portale Treccani.it. Nel 2003 ha partecipato al premio Strega con il romanzo “Trenità” (2003). Tra i suoi volumi più noti: “Lingua ipermedia. La parola di scrittore oggi in Italia” (2006), “L’italiano nella società della comunicazione” (2007) e “Ma cosa vuoi che sia una canzone. Mezzo secolo di italiano canto” (2010).

Al festivaletteratura 2013, Giuseppe Antonelli presenterà il vocabolario europeo.

Bibliografia:

Alle radici della letteratura di consumo. La lingua dei romanzi di Pietro Chiari e Antonio Piazza, Istituto di propaganda libraria, 1996

Stil.it. Storia ipertestuale della lingua italiana, con Luca Serianni, B. Mondadori, 2002

Tipologia linguistica del genere epistolare nel primo Ottocento. Sondaggi sulle lettere familiari di mittenti colti, Edizioni dell’Ateneo, 2003

Trenità, ovvero Elogio dei tempi morti, PeQuod, 2003

La cultura epistolare nell’Ottocento. Sondaggi sulle lettere del CEOD (Corpus Epistolare Ottocentesco Digitale), con Carla Chiummo e Massimo Palermo, Bulzoni, 2004

Lingua ipermedia. La parola di scrittore oggi in Italia, Manni, 2006

L’italiano nella società della comunicazione, Il Mulino, 2007

La scrittura epistolare nell’Ottocento. Nuovi sondaggi sulle lettere del CEOD, con Massimo Palermo, Danilo Poggiogalli e Lucia Raffaelli, Giorgio Pozzi editore, 2009

Ma cosa vuoi che sia una canzone. Mezzo secolo di italiano canto, Il Mulino, 2010

Nominativi fritti e mappamondi. Il nonsense nella letteratura italiana, con Carla Chiummo, Salerno editrice, 2010

L’italiano nella società, con Danilo Poggiogalli, Edimond, 2011

Manuale di linguistica italiana. Storia, attualità, grammatica, con Luca Serianni, Bruno Mondadori, 2011

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>